Circolari Genitori

Visite: 91

Anche quest’anno si è svolta, presso l’Auditorium del plesso scolastico della Scuola Secondaria di Primo Grado “Don Tonino Bello” in via Negrelli a Taurisano, la mostra degli elaborati multidisciplinari degli alunni della scuola Media. I lavori sono frutto di tre percorsi didattici differenti svolti nel corso del corrente anno scolastico: uno riguardante “L’arte delle pietre a secco” eseguito dagli alunni delle classi prime, l’altro lavoro denominato “L’arte bizantina “ effettuato da quelli delle classi seconde, invece gli alunni di terza media hanno sostenuto lo studio del Liberty torinese e salentino.. La metodologia usata per i progetti è stata quella laboratoriale che privilegia l’apprendimento esperienziale, incentivando negli alunni un atteggiamento attivo nei confronti della conoscenza sulla base della curiosità e della sfida. Gli studenti hanno lavorato con il docente, promuovendo un apprendimento significativo che sicuramente ha favorito la loro motivazione. Per tutti è stata un’occasione per fare esperienze gratificanti, interagendo, cooperando, calandosi nella relazione d’aiuto, costruendo insieme abilità e competenze. La finalità dei progetti consiste nel trasmettere le caratteristiche peculiari del paesaggio extraurbano salentino e dell’arte bizantina e dello stile Liberty locali, per rendere gli alunni consapevoli
dell’inestimabile valore ambientale, storico e culturale e formare dei cittadini responsabili, affinché producano efficaci azioni di rispetto e tutela. Il progetto “L’arte delle pietre a secco” è stato caratterizzato da due momenti distinti: in primis sono state analizzate le trasformazioni del paesaggio naturale salentino ad opera dell’uomo per ricavare “frutto” da questa terra di “pietra” e la stretta connessione tra le caratteristiche geologiche del suolo con la tecnica della pietra a secco; il secondo momento ha riguardato la fase operativa ovvero la produzione di tavole grafiche
individuali con l’inserimento di foto, didascalie, dettagli costruttivi, disegni personali e la produzione de “I Racconti di nonno...” Gli alunni si sono avvicinati al mondo rurale attraverso le interviste che hanno rivolto ai loro nonni. Attraverso il fluire delle loro parole hanno cercato di ricostruire le loro vite, le loro fatiche, i loro momenti di svago, i grandi gesti di solidarietà e di aiuto reciproco; hanno immaginato lo scorrere delle loro giornate in luoghi meravigliosamente semplici e incontaminati, in quanto ciò che era stato modificato dall’uomo era perfettamente integrato e rispettoso dell’ambiente. Gli alunni delle classi seconde invece hanno costruito dei “libretti” in cartoncino, adornati con ricchi motivi ed elementi prodotti dagli stessi alunni;
all’interno dei quali sono stati realizzati altri mini book con effetto popup in cui è stata analizzata l’arte bizantina locale a partire dalla conoscenza storica e geografica dell’impero bizantino. Sono stati messi in evidenza, osservando soprattutto le chiese di Ravenna, gli elementi caratteristici dell’architettura bizantina per poi passare ad analizzare i manufatti architettonici bizantini sparsi sul nostro territorio.

Gli alunni delle classi terze hanno individuato i progressi , definiti in termini di benessere raggiunto da alcune classi sociali in virtù delle scoperte tecnologiche e scientifiche derivanti dalla Seconda Rivoluzione Industriale, che hanno contribuito, inoltre, a cambiare il gusto estetico tra l’800 e il ‘900. E’ stato eseguito il confronto tra il liberty della casa Fenoglio di Torino e quello del villino Tito Schipa di Lecce. I lavori effettuati sono multidisciplinari in quanto hanno fatto leva sulle abilità in Arte e immagine e Italiano, sulle conoscenze in ambito storico-geografico, sulle
competenze di tecnologia per il disegno geometrico e la costruzione dei vari book che hanno arricchito gli elaborati. L’allestimento della mostra è frutto della esclusiva creatività e capacità organizzativa degli alunni. A conclusione, si può affermare che questa esperienza didattica ha contribuito a maturare negli alunni una coscienza che mira alla tutela, alla valorizzazione e alla salvaguardia dei beni ambientali e artistici presenti sul nostro territorio, nella consapevolezza che senza conoscenza non può esserci rispetto.

ozio_gallery_nano

Torna su

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database