Circolari Genitori

Visite: 344

PROGETTO EDUCAZIONE CIVICA classi seconde: “FONTANE e FONTANELLE”

Il giorno 5 giugno alle ore 18.00 presso la Scuola primaria sede “Via Lecce” le classi seconde B e C hanno presentano il progetto di  Educazione Civica “Fontane e fontanelle” attraverso l’esibizione di tutti/e gli alunni e le alunne.

Il nostro istituto ha previsto un percorso verticale di Educazione Civica per i tre ordini di scuola.

Tale percorso dal titolo “Il mio paese tra scoperta e stupore” è volto a sensibilizzare i futuri cittadini del mondo alla scoperta, alla valorizzazione e al rispetto del patrimonio culturale, storico e artistico del nostro territorio.

In questa macro area dello sviluppo sostenibile si colloca la tematica relativa alle classi seconde dal titolo “Fontane e fontanelle monumentali” .

L’occasione per dare avvio a questo percorso multidisciplinare è stato offerto dall’Ente Acquedotto pugliese con la partecipazione delle scolaresche alla mostra itinerante “La fontana racconta” 

Si è riflettuto perciò sull’importanza dell’acqua e del suo ciclo perenne, sulla necessità di attuare strategie di risparmio di questo “bene prezioso”, il nostro “oro blu”.

Si sono ricercati documenti sulla nascita dell’Acquedotto pugliese, ripercorrendone il tragitto, la costruzione dell’impianto in Puglia e l’ubicazione delle fontane pubbliche; ci si è soffermati sull’importanza della loro funzione anche per il benessere della società di un tempo e come luogo di ritrovo e scambi sociali.

Si sono svolte attività di lettura e comprensione dei testi poetici sull’acqua e sui racconti fantastici di “Pugliabella” .

Si sono ricercati vecchi proverbi della tradizione pugliese e canzoni popolari; infine gli stessi alunni con la guida dell’insegnante hanno realizzato delle filastrocche sul tema.

Terminata questa fase si è realizzato uno spettacolo, con il materiale costruito in questi mesi, provando a riproporre i costumi di una volta, ricercando oggetti che ora non si utilizzano più ma che un tempo erano fondamentali, realizzando la fontana stessa, come simbolo del progetto;  in questo modo gli alunni hanno sviluppato oltre alle competenze disciplinari anche quelle trasversali facenti parte della progettazione didattica: l’autonomia nella gestione dello spazio, lo sviluppo personale, la collaborazione, la comunicazione, il pensiero riflessivo e critico e soprattutto quello creativo…insomma una scuola “oltre il banco e la sedia”!

La sinergia tra le famiglie e la scuola è stata fondamentale per realizzare tutto ciò.

“La presenza di comunità scolastiche, impegnate nel proprio compito, rappresenta un presidio per la vita democratica e civile perché fa di ogni scuola un luogo aperto alle famiglie e ad ogni componente della società, che promuove la riflessione sui contenuti e sui modi dell’apprendimento, sulla funzione adulta e le sfide educative del nostro tempo,  sul posto decisivo della conoscenza per lo sviluppo economico, rafforzando  la tenuta etica e la coesione sociale del Paese”. (dalle Indicazione nazionali, 2012)

Per tutto questo abbiamo coinvolto i genitori, i nonni e gli zii, e soprattutto il gruppo salentino degli “Indiavolati” che ha messo a disposizione  dei bambini e delle bambine le proprie competenze per realizzare insieme il canto in dialetto “Quannu te lai a facce  la matina “ e il ballo finale della pizzica.

Con tanto divertimento, il suono del tamburello e l’accompagnamento della  voce di Marco Preite, la fisarmonica  e il violino abbiamo incorniciato e cesellato l’atmosfera, rendendola ancora più coinvolgente soprattutto per gli alunni e le alunne che si sono sentiti incoraggiati ad esprimere tutte le loro potenzialità.

 Ognuno con le proprie competenze ha apportato il proprio supporto allo spettacolo rendendolo un buon prodotto di “comunità” e soprattutto un esempio di cosa si può realizzare “insieme”.

Il team docente delle classi seconde B e C scuola primaria plesso  “G.C. Vanini ” a.s. 2023-24


VIDEO

 

                    


ozio_gallery_nano

Torna su

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database