Circolari Genitori

Visite: 270

Gli spaventapasseri dei nonni

A metà settembre la nostra magnifica bibliotecaria (ufficialmente in pensione, ma sempre impegnata) mi contattò per propormi una collaborazione con il Centro Polivalente del nostro Comune. L’intento era quello di avvicinare i bambini, né troppo piccoli né troppo grandi, alle generazioni che corrispondono ai loro nonni o bisnonni. Infatti, qualcuno ha detto che “…in passato un nonno aveva otto nipoti; ora un nipote ha otto nonni”, per sottolineare come la società sia gradualmente invecchiata e quanto importante resti lo scambio educativo tra diverse generazioni. Proprio per la festa dei nonni si voleva invitare la componente dei bambini al Centro per passare qualche ora insieme. Sarebbe stata un’importante occasione per aprire le porte del Centro Polivalente ai bambini di classe terza della scuola primaria del plesso “G. Carducci” e ai loro nonni e genitori. Dopo un paio di incontri tra responsabili, si pattuì di impegnare i bambini e i nonni in un’attività creativa di manipolazione e creazione di alcuni spaventapasseri, in tema con gli argomenti trattati a scuola e con il periodo autunnale.

Di lì a breve un giorno a scuola sono giunte la signora Maria Domenica e la signora Rosalba per portarci una grande quantità di libri provenienti dalla Biblioteca Comunale, ciascuno dei quali accuratamente impacchettato, da poter tenere a scuola e prendere in prestito comodamente e per invitarci ufficialmente a passare il pomeriggio del 2 ottobre 2023, Festa dei Nonni, al Centro Polivalente di via Aspromonte.

Liberamente, genitori e nonni, che hanno voluto e potuto accompagnare i propri figli e nipoti al Centro quel pomeriggio, serbano il ricordo di momenti di racconto da parte dei nonni, di ascolto dei bambini, di recitazione di poesie e di canti corali oltre al gran lavorio per realizzare originali spaventapasseri utilizzando colori a tempera, usando vestiti dismessi riempiti di paglia e creando collanine con materiali di risulta. Bambini, genitori e nonni tutti insieme all’opera per quasi due ore. Alla presenza del sindaco e della vicesindaco, si era materializzato il risultato di tutto questo frenetico lavorio pomeridiano, il quale ancora oggi campeggia nell’aiuola del plesso “A. Sabato” e del Centro polivalente: un’estrosa famiglia di spaventapasseri che rappresenta tre generazioni: mamma e papà spaventapasseri, bimbo e nonna spaventapasseri accolgono coloro che arrivano a scuola e al Centro. Un’esperienza che ha consentito a ciascuno di arricchirsi nel contatto con gli altri e di conoscere un importante luogo di attività e promozione socio-relazionale del nostro Comune. La consapevolezza è quella di aver contribuito con questa piccola e significativa esperienza formativa, proposta in orario extra scolastico, al processo di valorizzazione della nostra comunità cittadina e all’edificazione dei suoi cittadini di diverse età.

                                                                                                                                                                 Ins. Lara M. Di Seclì

      

Torna su

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database